Puoi sviluppare la febbre da fieno?

Giovanni 0

Mentre ci immergiamo nella stagione dei pollini, molti malati di raffreddore da fieno si prepareranno nei prossimi mesi. Ma, cosa interessante, ci saranno anche molte persone con naso che cola, prurito agli occhi e starnuti incontrollati che non hanno mai avuto la febbre da fieno prima. Quindi è possibile sviluppare la febbre da fieno in età avanzata?

Puoi sviluppare la febbre da fieno?

Molte persone presumono che tu abbia o meno la febbre da fieno, ma in realtà uno su cinque manifesta i sintomi per la prima volta quando abbiamo 20 anni. Si ritiene che alcune persone siano geneticamente predisposte, il che significa che hanno geni che le rendono inclini alla suscettibilità al raffreddore da fieno, ma questo potrebbe non essere stato ancora attivato.

Perché alcune persone sviluppano la febbre da fieno più tardi nella vita?

Un ambiente in continua evoluzione può essere accompagnato da una serie di fattori che possono scatenare la febbre da fieno. Il cambiamento climatico è un argomento importante in questi giorni e con tutti gli altri potenziali problemi può influenzare l’impollinazione di varie piante. Per alcuni, questo fa sì che impollinino più a lungo, mentre per altri accelera la loro impollinazione, il che porta a una concentrazione di polline più lunga e più forte, che può scatenare la febbre da fieno.

La contaminazione è un altro problema che può causare sintomi di raffreddore da fieno. In un ambiente fresco, la maggior parte del polline verrà spazzata via rapidamente e facilmente, ma in un ambiente inquinato può accumularsi e accumularsi. Ciò aumenta la quantità di polline nelle città e nei paesi, mentre l’inquinamento può contemporaneamente indebolire il tuo sistema immunitario.

Poiché il nostro mondo diventa più culturalmente misto, questo comporta sfide insieme a aspetti positivi. Ad esempio, l’ambrosia (originaria del Nord America) è la famigerata nemesi della febbre da fieno nel Regno Unito. Può produrre fino a un miliardo di granuli di polline da una sola pianta e, sebbene alcune persone non siano allergiche alle piante autoctone, l’ambrosia può mostrare sintomi di raffreddore da fieno.

Quali sono i sintomi della febbre da fieno?

Il raffreddore da fieno è un’allergia ai pollini con sintomi che variano in gravità. Di solito includono starnuti, naso che cola o chiuso, prurito, lacrimazione o bruciore agli occhi. Poiché questi sintomi possono essere molto simili a quelli del comune raffreddore, molte persone non si rendono conto che si tratta di raffreddore da fieno se vengono colpite per la prima volta da adulti.

I sintomi variano in gravità e alcune persone scoprono che i loro occhi sono principalmente colpiti, mentre altri sono più colpiti dagli starnuti (ad esempio). Il modo in cui sei esposto può dipendere dal tipo di polline a cui sei allergico, come polline di alberi o polline di graminacee.

Come viene trattata la febbre da fieno?

La febbre da fieno può spesso essere trattata come un piccolo inconveniente da coloro che non soffrono, ma può essere opprimente, interferire con il tuo divertimento nelle attività all’aperto e rendere difficile dormire o concentrarti sul lavoro.

Il primo passo naturale nel trattamento della febbre da fieno è evitare completamente l’allergene. Tuttavia, questo ovviamente non è sempre conveniente o impossibile. Fortunatamente, sono disponibili numerosi farmaci efficaci.

Puoi provare un farmaco da banco come Pyriton se hai sintomi lievi, ma farmaci da prescrizione come Telfast, Promethazine e Fexofenadine sono le tue migliori opzioni se il tuo raffreddore da fieno sta diventando devastante.

Se scopri che alcuni sintomi sono peggiori di altri, puoi affrontarli direttamente. Gli spray nasali come Avamys o Beconase sono efficaci nel trattamento del naso chiuso o chiuso, mentre i colliri Optilast trattano gli occhi pruriginosi e irritati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *