A cosa serve l’amitriptilina?

Giovanni 0

L’amitriptilina è usata per trattare i problemi dell’umore come la depressione. Può aiutare a migliorare l’umore e le sensazioni di benessere. Viene anche usato per alleviare l’ansia. Ciò aumenta il livello di energia di chi prende e migliora il sonno. Appartiene a una categoria di medicinali chiamati “antidepressivi triciclici”.

L’amitriptilina è un sonnifero?

Migliorare il sonno può essere uno dei motivi per la nomina di amitriptilina. Tuttavia, di solito non è prescritto come sonnifero a meno che la causa dell’insonnia non sia correlata all’ansia, a differenza di altri tipi di sonniferi, come lo zopiclone, che aiuta le persone a dormire meglio ma non tratta l’ansia o altri problemi per i quali l’amitriptilina può indirizzo.

L’amitriptilina provoca sonnolenza, quindi è meglio prendere i farmaci prima di andare a letto, di solito prima di andare a letto. Non guidare o utilizzare attrezzature pesanti finché non hai assunto diverse dosi di amitriptilina e non hai compreso appieno come reagisce il tuo corpo ai farmaci.

Oltre ad essere un ipnotico, l’amitriptilina tratta anche le seguenti condizioni:

  • Depressione
  • Allarme
  • Un disturbo caratterizzato da muscoli rigidi, teneri e doloranti
  • Bulimia
  • Dolore neuropatico
  • Prevenzione dell’emicrania
  • Sindrome da stress post-traumatico
  • Dolore nervoso dovuto all’herpes

Quanto tempo impiega l’amitriptilina per trattare il dolore?

Un altro motivo per cui l’amitriptilina può essere prescritta è per la gestione del dolore. A differenza degli antidolorifici come la codeina, dove il sollievo dal dolore può iniziare entro mezz’ora a 60 minuti, l’amitriptilina può richiedere molto più tempo per funzionare, fino a settimane. Secondo l’NHS, “Potresti notare una differenza dopo una o due settimane, ma l’amitriptilina potrebbe impiegare 6 settimane per alleviare il dolore”.

Chi dovrebbe usare l’amitriptilina?

Gli adulti possono assumere l’amitriptilina, così come i bambini di età compresa tra 2 e 17 anni per alcuni tipi di dolore ai nervi. Questo farmaco non è per tutti. Le seguenti sono condizioni che possono impedire a qualcuno di prendere l’amitriptilina. Assicurati di informare il tuo medico se hai una delle seguenti condizioni.

  • Se ha mai avuto una reazione allergica all’amitriptilina in passato.
  • Se hai malattie cardiache, l’amitriptilina può peggiorare alcuni problemi cardiaci.
  • Se soffre di porfiria (una rara malattia ereditaria in cui l’emoglobina del pigmento del sangue viene metabolizzata in modo anomalo).
  • Se ha problemi al fegato o ai reni.
  • Se soffre di epilessia, l’amitriptilina può aumentare le convulsioni.
  • Se ha assunto altri farmaci per la depressione, poiché potrebbero influire sull’amitriptilina.
  • Se sei incinta, vuoi rimanere incinta o stai allattando.
  • Se soffre di glaucoma, l’amitriptilina può aumentare la pressione nell’occhio.
  • Se hai pensato di toglierti la vita.

Dose di amitriptilina per alleviare il dolore e il mal di testa

Dovresti prendere esattamente la quantità di amitriptilina prescritta dal medico. La dose iniziale tipica per adulti e bambini dai 12 ai 17 anni di età è di 10 mg al giorno. Per i bambini dai 2 agli 11 anni di età, le dosi dipendono dal peso corporeo e dai sintomi.

La dose massima di amitriptilina per il trattamento del dolore di solito non supera i 75 mg al giorno. I medici possono prescrivere dosi più elevate per prevenire l’emicrania.

Se si dimentica una dose di amitriptilina, non prenda mai una dose extra per compensare la dose dimenticata. Se dimentica una dose, prenda la dose successiva come al solito.

Puoi overdose di amitriptilina?

Sì, puoi overdose di amitriptilina. Prendi solo la quantità prescritta dal medico. I sintomi di un sovradosaggio di amitriptilina includono quanto segue:

  • Vomito
  • Tremore, sonnolenza
  • Modifica della frequenza cardiaca
  • Convulsioni

Se si verifica uno dei suddetti sintomi durante l’assunzione di amitriptilina, consultare immediatamente il medico.

Effetti collaterali comuni dell’amitriptilina

Il seguente elenco contiene effetti collaterali comuni di amitriptilina. Non tutti sperimenteranno questi effetti collaterali. Questo non è considerato un effetto collaterale grave, anche se sarà necessario informare il medico se si verificano e persistono.

  • Vertigini
  • Bocca secca
  • Sonnolenza
  • Difficoltà con l’urina
  • Mal di testa

Gravi effetti collaterali dell’amitriptilina

Il seguente elenco contiene gli effetti collaterali più gravi dell’amitriptilina. Se si verifica una delle seguenti condizioni, interrompere l’uso e consultare immediatamente un medico.

  • Se hai un battito cardiaco accelerato o irregolare.
  • Se hai la pelle gialla o gli occhi diventano gialli, questo indica problemi al fegato.
  • Se hai mal di testa.
  • Se ti senti confuso o debole.
  • Se si verificano crampi muscolari o convulsioni.
  • Se hai pensieri di farti del male o di suicidarti.
  • Se avverti dolore agli occhi, alterazioni della vista, gonfiore o arrossamento intorno agli occhi.
  • Se sei gravemente stitico o incapace di urinare.
  • Se avverti un forte dolore addominale.
  • Se hai debolezza su un lato del corpo (segni di un ictus).
  • Se trovi difficile parlare o pensare (segni di un ictus).
  • In caso di perdita di equilibrio o visione offuscata (segni di un ictus).

L’amitriptilina crea dipendenza?

L’amitriptilina non crea dipendenza, ma potrebbero verificarsi effetti collaterali se interrompi l’assunzione improvvisamente. Il medico probabilmente ti somministrerà dosi più piccole gradualmente nell’arco di diverse settimane se desideri interrompere l’assunzione.

Per quanto tempo dovrei assumere l’amitriptilina?

Se stai assumendo amitriptilina e ti senti meglio per più di sei mesi, il tuo medico potrebbe consigliarti di interrompere questo farmaco. Non crea dipendenza, l’amitriptilina può causare effetti collaterali se interrotta rapidamente. Alcune delle reazioni che potresti provare con un tacchino freddo includono vertigini, nausea, intorpidimento o formicolio alle mani o ai piedi, difficoltà a dormire, sensazione di ansia o ansia, mal di testa e tremori. Per questo motivo, il medico ridurrà gradualmente la dose prescritta nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *